0 km
0 ore
0 E|Escursionistico
0 metri
0 metri
La Valle delle Ferriere (anche conosciuta come Valle dei Mulini) è una Riserva Statale istituita nel 1972 per proteggere specie endemiche come la felce Woodwardia radicans, oppure  la schiva Salamandrina Terdigitata. Luogo magico dove si è stabilito un microclima speciale che ospita una vegetazione costituita da popolamenti misti di Ontano e Carpino.
L’itinerario nel suo complesso è di difficoltà  media poiché presenta numerose biforcazioni anche se ben segnato.  E’ consigliabile a chi possiede già esperienze di trekking, partendo con attrezzature e abbigliamento adatti: k-way, scarpe da trekking, pantaloni lunghi e una conoscenza ex ante del percorso o quantomeno muniti di cartina sentieristica nostra o del CAI.
Arrivati ad Agerola, raggiungere la piazza Generale Avitabile nella frazione San Lazzaro. Da qui prendere via Miramare e dopo 50 metri seguire a sinistra in via Radicosa seguendo la segnaletica CAI. Seguire la segnaletica in legno verso Monte Murillo; qui la strada si inerpica verso il bosco con delle scale in pietra calcarea, tra terrazzamenti e boschi di castagno. Terminata la salita, proseguire diritto sul crinale ed al primo bivio tenere la destra. Il sentiero prosegue in piano ed in discesa attraversando il vallone Santa Croce. Seguendo la segnaletica CAI si giunge ad un pietraio dove sgorga la sorgente dell’Acqualella. Da qui si apre la veduta nella Valle delle Ferriere. Il sentiero prosegue tra boschi misti di latifoglie e castagneti da frutto. Si giunge al bivio che a destra porta a Pogerola: qui proseguire in discesa presso la tabella in foto indicante il Sentiero Giustino Fortunato, quindi seguire il corso d’acqua fino ad arrivare ai resti dell’antico acquedotto della centrale idroelettrica. 
Svoltando a sinistra è possibile andare ad ammirare la cascata in foto, mentre svoltando  a destra si prosegue per il sentiero che conduce in piazza ad Amalfi . Lungo il percorso si incontrano i resti delle antiche ferriere da cui il nome della Valle e delle antiche Cartiere di Amalfi e una centrale idroelettrica.
Con una lunghezza  di circa 10 km e un dislivello di circa 150 m in salita e 800 m in discesa, si impiega circa 4 ore per raggiungere la riserva naturale,e un’altra ora per arrivare al centro abitato di Amalfi.
Mappa-Valle-delle-Ferriere
Scarica la mappa